24 Maggio 2024

Giardino T.D.

Immersi nella bellissima campagna toscana, nel parco dei monti rognosi e della Valle del Sovara, luogo in cui sorge La pieve di Sovara ricordata fin dal 1030, caratterizzati dai paesaggi più particolari e suggestivi della Valtiberina toscana sorge la proprietà oggetto dell’intervento. Proprietari del complesso immobiliare sono una famiglia Inglese innamorati di questo splendido paesaggio e felici di poter far scoprire la bellezza della natura toscana anche ai propri bambini. Il complesso immobiliare è stato ristrutturato dalla società di progettazione Arkproject Camaiti di Sansepolcro, con a capo i soci fondatori, Simone Camaiti e Riccardo Cangi. Composta da un team di geometri, architetti, ingegneri, geologi, interior designer, garden designer e project manager in grado di adempiere, ognuno per le sue competenze, a ogni aspetto ed esigenza che la ristrutturazione richiede, è stata in grado di supportare la committenza sia nel restauro del casale che nella progettazione di tutto il resede dell’abitazione compresa anche la realizzazione della piscina e lo studio funzionale del giardino che circonda la proprietà.

I materiali utilizzati per la realizzazione dei muri di contenimento, delle scale delle aiuole è tutto di recupero così da poter garantire l’autenticità del luogo. Nel complessivo il giardino, considerato come resede dell’abitazione è pari a circa 2000 mq anche se poi a cingere la proprietà ci sono altre zone mantenute a vigneto. La volontà sia dei progettisti che dei proprietari è stata fin da subito quella di creare dei giochi geometrici così da avere un contrasto dato dalla tradizione sia del casale che dei materiali di recupero impiegati e il moderno dei materiali e delle forme aggiunte con la ristrutturazione. All’acquisto della proprietà la parte oggi adibita a giardino era da considerarsi come una zona trattata a verde spontaneo, che ha subito notevoli traumi in concomitanza con il restauro del casale e che è stata poi ripensata e riprogettata dall’esperto di garden design presente nel nostro team. Due parole le merita anche il restauro del casale che come possiamo vedere dalle foto è stato eseguito in maniera accurata ed esperta. E’ stato previsto un restauro con consolidamento delle cortine murarie e degli orizzontamenti, utilizzando materiali consoni al tipo di edificio, asportato tutto quello che non era originario e inserito materiali esclusivamente di recupero dell'antica tradizione costruttiva toscana.

Il progetto esterno prevede la realizzazione di un giardino composto da circa venti specie arboree che sono ben radicalizzate nel territorio e che non costituiscono uno stacco con la vegetazione presente. Inoltre come dislocazione possiamo suddividere rispetto alla costruzione principale la parte a sinistra, dove è presente anche la piscina, come la zona concepita per il relax e per questo adornata anche con piante decorative, mentre la zona a destra essendo anche il punto di arrivo con le auto come una parte più funzionale e nella quale sono stati ricavati anche dei parcheggi. La piscina è stata realizzata di dimensioni 6m x 17m a sfioro su tre lati, riscaldata, completamente integrata con l'andamento del terreno così da non creare un ostacolo alla visuale sia dalla casa verso la vallata che il contrario. Si tratta di una vasca, con camminamenti in pietra integrati al solarium ed alla sistemazione del resede dell'abitazione, in armonia con tutto il complesso edilizio. Le tipologie arboree che possiamo trovare come nuove piantumazioni che adornano il giardino, la zona piscina, le aiuole ed utilizzate in alcuni punti come pergole adiacenti al complesso immobiliare, divise per categoria sono le seguenti:

Alberi: Leccio, Melograno, Catalpa, Betulla, Jasminum e Wisteria.
Graminacee: Stipa tenuissima, Festuca e Carex.
Arbusti: Santolina, Perowskia, Teucrium, Gigli, Hydrangea, Oleandro, Iris, Bosso, Hydrangea quercifolia, Artemisia ludoviciana, Maggiociondolo e Viburno.

Tutta questa varietà vegetale permette di creare un parco variegato ma ben amalgamato nelle forme e nei colori, infatti le piante con fiori sono state scelte con tonalità che rispecchiassero sia la tradizione dei giardini tipici toscani sia che si amalgamassero al complesso immobiliare. Grazie a tutte queste attenzioni è stato possibile rendere il tutto un complesso unico nel suo genere.

siti web www.lupusingrafica.it
cookie